Istituto Comprensivo Statale  di Sacile (PN)

Scuola Secondaria di Primo Grado “Balliana – Nievo”

Corso ad indirizzo musicale

 

Cl. 1 – 2 – 3  F

Anno Scol. 2014/2015 

 

Classi di strumento: Pianoforte - Flauto - Chitarra – Clarinetto

Docenti: Della Libera Giovanni, Giacomel Ermanno, Pizzutel Lucia,  Zanette Mario

 

Programmazione disciplinare

 

Unità operativa 1  Teoria e lettura della musica

 

Allievi coinvolti:        Classi 1^-2^-3^

Obiettivo : Conoscere ed utilizzare i principali elementi del linguaggio musicale

Contenuti

1.1  Conoscere la simbologia musicale

Scala  musicale;  il  pentagramma;  la  chiave  e  la  sua funzione;  figure  musicali  e  pause,  battuta, tempi  semplici  e  composti,  punto  di  valore  anche  doppio,  legature,  corona;  sincope  e contrattempo; gruppi irregolari (terzina, duina, quartina, quintina e sestina). Segni di ripetizione; segni dinamici; indicazioni di movimento. Scala  modello  di  do  maggiore  e  relativa  minore;  i  gradi  della  scala;  scale  diatoniche  maggiori  e minori;  scala  cromatica;  riconoscimento  della  tonalità  e  del  modo;  tono  e  semitono;  segni  di alterazione;  classificazione  degli  intervalli  e  loro  rivolti;  accordo  tonale  maggiore,  minore  e  di settima; suoni armonici. Setticlavio e trasporto. Il  programma  sopra  enunciato  comprende  i  contenuti volti  all'acquisizione  dei  saperi  irrinunciabili da svolgere nell’arco del triennio. Altri argomenti potranno essere oggetto di un'attività di potenziamento eventualmente realizzabile.

1.2  Usare la simbologia musicale

Esercizi  di  solfeggio  parlato  in  chiave  di  sol  (e  di  basso  per  gli  allievi  di  pianoforte), lettura e realizzazione anche a prima vista della propria parte nei brani assegnati e nella  musica  d'insieme.

Mezzi:

Testi, strumenti, registrazioni audio, strumentario didattico e piccole percussioni, strumento musicale.

 

Strategie e metodologie didattiche

Esercizi fono-gestuali  per imitazione e lettura (anche cantati) ; ascolto., ascolto attivo. L’apprendimento  sarà  favorito  dall'organizzazione i un percorso graduale, dal semplice al complesso, frazionato a seconda delle caratteristiche egli alunni, che preveda per le maggiori difficoltà l’ideazione di esercizi specifici.

Modalità di verifica

Verifiche cumulative con esercizi fono-gestuali  e prove orali. Anche la capacità di lettura a prima vista di un testo strumentale adatto al livello trattato può essere utilizzata come indicatore di verifica della conoscenza e padronanza della simbologia musicale.

 

Unità operativa 2  Tecniche  di  base  di  utilizzo  dello  strumento musicale

 

Allievi coinvolti:        Classi 1^-2^-3^

Obiettivo : Appropriarsi di un primo livello di esecuzione con  lo strumento musicale prescelto, praticandone le tecniche di base ed  eseguendo alcuni semplici studi. Acquisire un metodo di studio specifico per lo strumento, che consenta il futuro sviluppo delle competenze musicali e strumentali.

Contenuti

1.1 Acquisizione delle  principali tecniche specifiche  di base dello strumento studiato

Tali attività saranno realizzate per mezzo di una regolare pratica quotidiana di esercizi, studi e brani scelti.    Il  programma  di  ciascun  strumento  prevede ed  elenca  i  saperi  irrinunciabili  e  le  eventuali attività di potenziamento specifiche dello strumento stesso.

1.2 Utilizzo delle competenze tecniche nell'esecuzione o interpretazione di brevi e semplici studi musicali

Piccoli studi che contengano almeno una frase musicale o più frasi, in cui sia possibile articolare i diversi elementi tecnici secondo un'organizzazione di senso.

Mezzi

Testi,  strumento musicale e strumenti affini, strumentario didattico e piccole percussioni, eventuali  registrazioni  audio  con  basi  di accompagnamento ad esercizi dati.

Strategie e metodologie didattiche

L’apprendimento  sarà  favorito  dall'organizzazione i un percorso graduale, dal semplice al complesso, frazionato a seconda delle caratteristiche egli alunni, che preveda per le maggiori difficoltà l’ideazione di esercizi specifici . Potranno essere efficaci anche attività  motorie  propedeutiche  all’acquisizione  delle  singole  tecniche e l'apprendimento  anche per imitazione  della  proposta  musicale  dell’insegnante. Nell'ottica dell'individualizzazione dell'insegnamento, tipica dello strumento musicale, sarà possibile adottare differenti strategie di insegnamento a seconda delle caratteristiche dell'allievo o del piccolo gruppo di allievi che di volta in volta si hanno di fronte.

Modalità di verifica

Verifiche  periodiche  del  livello  di  apprendimento  raggiunto,  mediante  l’esecuzione  di esercizi o brani volti all’acquisizione delle tecniche sopra elencate.

 

Unità operativa 3  Esecuzione ed interpretazione

 

Allievi coinvolti:        Classi 1^-2^-3^

Obiettivo: Eseguire il brano assegnato riproducendo correttamente  gli aspetti ritmici, agonici, melodici, timbrici, dinamici, fraseologici e formali.

Contenuti

Studio  di  brani  in  tonalità  maggiori  o  minori,  commisurati  alle  effettive  capacità  conseguite  da ciascun allievo, che contengano, almeno a livello embrionale, i principali elementi in cui si articola il linguaggio  musicale  nella  nostra  società  occidentale ed eventualmente  in altre culture.  Si  affronteranno   le  difficoltà  di natura  tecnica  presenti  nel  brano  assegnato,  finalizzandole allo sviluppo  della  capacità interpretativa.  A  questo  riguardo  l’insegnante  guiderà  l’allievo  nella  scelta  delle  varie  soluzioni  interpretative,  fornendo  in  via  propedeutica    inoltre  le  prime  informazioni  relativamente  alla capacità  di  ottenere  una  corretta    articolazione  del  discorso  musicale  in  fase  esecutiva,  con particolare riguardo ai concetti di frase musicale, di successione di accenti principali, di dinamica (piano e forte), di crescendo e diminuendo, di accelerando e rallentando  etc.

Mezzi

Testi, strumento musicale e strumenti affini, strumentario didattico e piccole percussioni,  registrazioni  audio  con  basi  di accompagnamento ad esercizi dati.

Strategie e metodologie didattiche

L’apprendimento  sarà  favorito  dall'organizzazione i un percorso graduale, dal semplice al complesso, frazionato a seconda delle caratteristiche egli alunni, che preveda per le maggiori difficoltà l’ideazione di esercizi specifici.  Potranno essere efficaci anche attività  motorie  propedeutiche  all’acquisizione  delle  singole  tecniche e l'apprendimento  anche per imitazione  della  proposta  musicale  dell’insegnante. Nell'ottica dell'individualizzazione dell'insegnamento, tipica dello strumento musicale, sarà possibile adottare differenti strategie di insegnamento a seconda delle caratteristiche dell'allievo o del piccolo gruppo di allievi che di volta in volta si hanno di fronte.

Modalità di verifica

Verifiche  periodiche  cumulative  del  livello  di  apprendimento  raggiunto  mediante  l’esecuzione  del brano  o  dei  brani  assegnati,  al  fine  di  accertare  la  progressione    nell’acquisizione  delle  capacità sopra citate. Anche le esibizioni pubbliche in saggi e concerti e le modalità di partecipazione dell'alunno nella preparazione degli stessi possono essere utilizzati come indicatori di verifica.

 

Unità operativa 4    Musica d’insieme

 

Allievi coinvolti:        Classi 1^-2^-3^

Obiettivo: Partecipare  ad  esecuzioni  di  musica  d’insieme  adottando comportamenti  e tecniche adeguate. Conoscere e comprendere strutture compositive  di qualità,  sviluppando  senso  critico  e  quindi capacità di orientarsi nella fruizione dell'evento musicale e dei materiali con cui verrà a contatto.

Contenuti

Studio  di  un  repertorio  di    alcuni  brani  in  duo  od in  gruppi  più  allargati.  A  tale  attività  potranno partecipare allievi di altre classi strumentali, in base alle risorse presenti nella scuola. A tale scopo verranno operate scelte opportune del repertorio da proporre ai ragazzi. La scelta della parte da assegnarsi ad ogni singolo allievo, sarà operata in base alle effettive qualità strumentali dimostrate ed alle capacità tecniche conseguite, nell'ottica dell'opportunità di mettere in gioco le proprie competenze e affrontare una piccola sfida per ottenerne di nuove. Inoltre l’acquisizione della capacità di saper eseguire brani che  contengano,  almeno  a  livello  embrionale,  i  principali  elementi  in  cui  si  articola  il  linguaggio musicale, sia per quel che riguarda la musica del passato, sia per  quel che riguarda le espressioni attuali, favorirà da parte dell'alunno la conoscenza e  comprensione di strutture compositive  di qualità, che ha manipolato con il proprio stesso corpo. In tal modo potrà  sviluppare  senso  critico  e  quindi capacità di orientarsi nella fruizione dell'evento musicale e dei materiali con cui verrà a contatto.

Mezzi

Parti  staccate  del  brano  proposto,  partiture, quaderno di orchestra,  leggii,  pianoforte,  eventuali  strumenti  aggiuntivi  didattici  e  non  (generalmente  a percussione).

Strategie e metodologie didattiche

Attività  motoria  propedeutica  all’acquisizione  delle  singole tecniche, apprendimento per imitazione della proposta musicale dell’insegnante, studio della parte sia  singolarmente  che  con  l’accompagnamento  del  solo  insegnante,  prove  per  sezione  sempre mediante  parti  staccate  e  più  leggii,  prove  con  tutto  l’organico.  Gli alunni, onde ottenere risultati  soddisfacenti,  dovranno  essere  guidati nell'  acquisire  la  capacità  di  ascoltare  le  proprie emissioni  sonore  e  contemporaneamente  di  ascoltare il  dato  sonoro  altrui,  apprendendo  in  via pratica  un  modo  di    eseguire  la  propria  parte  consono  al  ruolo  che  quest’ultima  ricopre  o  nella progressione melodica, o nel procedimento  armonico-ritmico.  Tali competenze saranno ottenute  in un primo momento attraverso lo studio singolo delle parti, per far luogo poi a prove di sezione o di tutto l’organico previsto in partitura.

Modalità di verifica

Verifiche  periodiche  cumulative  del  livello  di  apprendimento  raggiunto  mediante  l’esecuzione  del brano  o  dei  brani  assegnati,  al  fine  di  accertare  la  progressione    nell’acquisizione  delle  capacità sopra  citate.  In  particolare  costituiranno  momento di  verifica  le  esibizioni  pubbliche  effettuate  dai vari gruppi strumentali e  le modalità di partecipazione dell'alunno nella preparazione degli stessi.

 

 

Competenze richieste alla fine del triennio

 Livello elevato 8-10

Utilizza  lo  strumento  musicale  praticandone  con  facilità  le  tecniche  di  base.  Esegue  il brano  assegnato  individuando    autonomamente  gli  aspetti  ritmici,  melodici,  agogici, timbrici  e  dinamici, che riproduce con scioltezza ed eventualmente con gusto personale. Partecipa  ad  esecuzioni  di  musica  d’insieme,  con  interventi commisurati alle capacità tecnico-musicali acquisite.

Livello  Medio 7-8

Utilizza  lo  strumento  musicale  praticandone  le  tecniche  di  base.  Esegue  il  brano assegnato  rispettando  gli  aspetti  ritmici,  melodici,  agogici,  timbrici,  dinamici,  solo guidato  dall’insegnante.  Partecipa  ad  esecuzioni  di  musica  d’insieme,  con  interventi commisurati alle capacità tecnico-musicali acquisite.

Livello minimo 6

Decodifica  solo  in  parte  e  con  difficoltà  sequenze sonore  semplici  in  riferimento  alle caratteristiche  tecniche  dello  strumento  studiato. Partecipa  ad  esecuzioni  di  musica d’insieme, con interventi commisurati alle capacità tecnico-musicali acquisite.

 

 

Sacile, 03 settembre 2014

                                                                                                                              I Docenti di Strumento